catania-teatro-bellini-interno

I teatri più belli d’Italia? Eccone alcuni!

Abbiamo visto in precedenza come il genere dell’opera lirica sia nato in Italia e si sia presto diffuso nelle corti. Questo ha anche influenzato l’architettura dei teatri, che ora dovevano avere ampi palchi, spazi per l’orchestra, una acustica migliore. Naturalmente, la prosa e la commedia dell’arte già erano entrate in sale coperte, ma è solo con la nascita dell’edificio teatrale barocco che l’Italia si riempie di capolavori che ancora oggi vanno messi tra le liste di cose da visitare in molte città.

Ecco quali, secondo noi, sono i teatri da non perdere.

Teatri del nord.

  • Teatro Donizetti a Bergamo. Inaugurato nel 1791 e ricostruito nell’aspetto che vediamo oggi nel 1800, il Donizetti di Bergamo (prima Riccardi), ospitò appunto il musicista bergamasco e fu la sede del debutto dell’Ernani di Verdi nel 1844. Ha oltre 1100 posti e la tipica forma a ferro di cavallo e a palchi del teatro italiano.
  • Teatro alla Scala di Milano. Oltre 2000 posti per uno dei luoghi simboli di Milano e dell’opera. Costruito da Piermarini e inaugurato nel 1778 per gli Asburgo, da anni è un punto di riferimento per la mondanità meneghina e non solo.
  • Teatro Olimpico di Vicenza. L’Olimpico di Vicenza fu il primo teatro stabile coperto e venne terminato nel 1580 su progetto del noto architetto Andrea Palladio. Completano l’impresa le scene fisse di Scamozzi, un gioco prospettico incredibile che ricrea la città di Tebe. Sede ideale per rappresentazioni di teatro classico tragico, ospita 470 posti, ha una cavea semicircolare ed è tutto in legno e stucco. Un gioiello imperdibile.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

  • Teatro Scientifico (o Bibiena) di Mantova. Terminato nel 1769 da Bibbiena e finito nel 1775 con la facciata del Piermarini, tale teatro ha un interno riccamente decorato e con una sala che sperimentava la forma a campana. Tale soluzione si trova anche nel vicino teatro di Sabbioneta.
  • Gran Teatro La Fenice di Venezia. Simbolo del lusso della Serenissima, questa bellissima sala ha subito diverse sventure e restauri, come quello avvenuto dopo l’incendio del 1996, con la riapertura della platea nel 2003. Oggi è noto perchè ospita il concerto di Capodanno (qui un estratto dell’ultima edizione) , ma la sua storia vanta prime assolute di opere di mostri sacri come Verdi, Rossini, Bellini e Stravinskij.

Teatri del centro.

  • Teatro Farnese di Parma. La sua enorme sala ad U ospita circa 3000 persone ed era usata per le grandi feste alla corte del duca Ranuccio I. Costruito da Aleotti nel 1618, pare ospitasse anche giostre e naumachie, anche se oggi è poco usato. Molti, però, sono i turisti che lo visitano assieme alla Galleria Nazionale.
  • Teatro Comunale di Bologna. Nel 1763 la città dotta può usufruire di un bellissimo teatro in stile barocco. Circa mille posti per questa sala a campana che fu la prima italiana ad ospitare il grande Wagner.
  • Teatro della Pergola di Firenze. Questo teatro, di forma ovale e costruito nel 1656 da Tacca, è il primo teatro all’Italiana, cioè ad alveare anzichè a gradoni. Ospita il prestigioso “Maggio fiorentino” e ha un migliaio di posti. Lo sfarzo del teatro non è solo nella sala, ma anche nel suo foyer (sotto).

teatro_della_pergolateatro_san_carlo_

Teatri del sud

  • San Carlo di Napoli. Costruito da Medrano e Niccolini nel 1737 per Carlo Borbone, è il più antico teatro d’opera al mondo e uno dei più noti e prestigiosi. La sua sala ospita fino a oltre 1300 posti, ma solo per motivi di sicurezza, poichè la capienza reale supera le 3000. Il soffitto dipinto, il palco enorme e le raffinate decorazioni della sala ne fanno uno spettacolo architettonico lodato anche da Stendhal. dal 1815 al 1822 fu diretto da Gioacchino Rossini!

teatro_san_carlo_

  • Teatro Massimo Vittorio Emanuele di Palermo. Il complesso architettonico del Massimo di Palermo lo rende il teatro più grande d’Italia e il terzo in Europa dopo l’Opera e la Staatsoper. Fu terminato nel 1891 dagli architetti Basile e ospita più di 1300 persone. Ne “Il padrino – Parte III” Michael Corleone assiste alla recita del figlio nella “Cavalleria rusticana” proprio in questo teatro.
  • Teatro Bellini di Catania. Realizzato nel 1870 da Andrea Scala, il Bellini è intitolato al maestro catanese della “Norma”. Alle sue opere fanno riferimento gli affreschi della sala (foto principale del post): 1200 posti, sfarzose decorazioni in oro e stucco e un’acustica particolarmente azzeccata ne fanno uno dei teatri di vertice per la lirica.

 

Non solo quelli citati.

Il resto d’Italia è altrettanto ricco di altre sale teatrali bellissime, ma per forza di cose abbiamo dovuto selezionare le principali. Il nostro paese, da Nord a Sud, risuona della grande musica che ci hanno regalto nel tempo i nostri conterranei (e qui rimandiamo al nostro post precedente, per cui non esiste città importante senza un teatro. Per fortuna.

 

 

Facebooktwittergoogle_plus
Facebookinstagrammail

Un pensiero riguardo “I teatri più belli d’Italia? Eccone alcuni!

Lascia un commento