uffizi_firenze

Firenze – Galleria degli Uffizi

Chiunque visiti il capoluogo toscano, non può davvero non entrare nel museo degli Uffizi, una collezione d’arte tra le più famose al mondo.

Gli Uffizi sono ospitati in un palazzo a U che si protende dalla bellissima Piazza della Signoria sino all’Arno, a ridosso di Ponte Vecchio. L’edificio, progettato da Giorgio Vasari e finito nel 1580, è su due piani e la sua architettura è già di per sè un gioiello.

I capolavori del museo.

Benchè famosi per i dipinti, gli Uffizi hanno anche alcune piccole collezioni di oggettistica e sculture. In particolare,  a unire le due ali del palazzo è stato creato un corridoio sospeso ricco di sculture marmoree. La Galleria delle statue, com’è stato chiamato, grazie alle enormi vetrate offre un bellissimo scorcio sul centro di Firenze ed ha un soffito finemente decorato.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Tuttavia, come detto, i grandi capolavori del museo sono senz’altro quadri. Ecco i più famosi:

  • “Primavera” e “Nascita di Venere” di Botticelli, del 1482 e 1485, sono fra i dipinti più conosciuti al mondo. Il primo è ricco di simboli ed è stato realizzato con una cura per i dettagli sbalorditiva, mentre il secondo ha una finezza e dei colori unici ed eleganti. Il viso della Venere, inoltre, decora la moneta italiana da 10 centesimi. Questi due dipinti, di grandi dimensioni, danno davvero una scarica emotiva unica e sono tra quelli che scatenano in alcuni turisti la nota Sindrome di Stendhal, ossia un senso di estasi, malessere, tachicardia e vertigini. I casi sono abbastanza numerosi e il museo ha vicino un’infermeria specializzata nel caso!

 

botticelli_la_primavera

 

  • “Tondo Doni” di Michelangelo, ossia una gloriosa rappresentazione della Sacra Famiglia. I corpi e i colori dell’artista sono ricchi di volume, al punto che appaiono quasi tridimensionali. Nel 1508 quest’opera, dalla composizione particolare, divenne subito considerata un capolavoro del Rinascimento.

 

michelangelo_buonarroti

 

  • “Venere di Urbino” di Tiziano, 1538. Un altro grande dipinto celebre ovunque nel mondo: l’erotismo sottile, i simboli allegorici del matrimonio, la grande tecnica del Tiziano ne fanno un caposaldo della storia dell’arte. Manet lo riprese per la sua “Olympia”.

 

  • “Bacco” e “Scudo con testa di Medusa” di Caravaggio: due esempi della grandiosità del Merisi, il primo ricco di dettagli e ambiguo invito erotico a bere quel vino che sembra incredibilmente vibrare nel bicchiere. Il secondo è uno scudo dipinto che offre un tremendo impatto visivo: il mostro urla e i serpenti ancora si muovono sibilando sul suo capo. Un prodigio artistico.

 

bacco                         medusa-caravaggio

 

  • “Annunciazione” di Leonardo da Vinci, 1472. Un’altra grande opera in cui Leonardo fonde la sua capacità pittorica alla sua vocazione di scienziato e osservatore naturalista: i dettagli botanici, il paesaggio e le ali dell’angelo sono di un verismo che lascia senza fiato.

 

Oltre a tali opere, sono ospitati anche alcuni autori minori e altri lavori degli artisti sopra citati, a cui sono dedicate intere sale.

Informazioni per la visita.

Data la grande affluenza del museo, il rischio di fare ore di coda è concreto e per questo è possibile e consigliabile prenotare online i propri biglietti. Per farlo si rimanda al link della biglietteria.

Il costo del biglietto intero è di 8 euro, molto basso se considerate il patrimonio contenuto negli Uffizi, ma la prenotazione ha un sovraprezzo notevole. Per questo, è possibile anche comprare e fare arrivare online i ticket, sempre navigando nel sito sopra indicato.

Come arrivare.

Come detto nell’introduzione al post, gli Uffizi sono adiacenti Piazza della Signoria, per cui sono nel centro della città. Ideale sarebbe arrivare in bus, treno o auto alla  stazione di Santa Maria Novella e poi dirigersi a piedi al museo: passerete dal Duomo di Santa Maria del Fiore e il Battistero per poi intravedere il Palazzo Vecchio in fondo alla via dei Calzaiuoli. In pochi minuti a piedi sarete arrivati.

Certo, Firenze offre molto di più, ed è per questo che a breve arriverà un altro post interamente dedicato alla città di Dante e dei Medici!

 

Facebooktwittergoogle_plus
Facebookinstagrammail

Un pensiero riguardo “Firenze – Galleria degli Uffizi

Lascia un commento